Screening di massa, accolto l’accorato appello degli infermieri. Encomio al collega Silvestri, alto esempio etico e professionale

L’Ordine degli infermieri di Napoli ha apprezzato la decisione assunta dal Governatore della Campania, Vincenzo De Luca di riservare al personale sanitario, almeno nella prima fase di monitoraggio di massa, i test rapidi che sta acquistando in questi giorni la Regione. “Siamo particolarmente grati al Presidente De Luca di aver accolto favorevolmente l’appello lanciato dall’Ordine degli infermieri e di far partire come auspicato il monitoraggio di massa da chi è in prima linea ed è particolarmente esposto al contagio come gli infermieri”, ha detto il Presidente dell’Opi Napoli Ciro Carbone.  Con il presidente De Luca l’Ordine degli infermieri condivide e fa suo anche l’ennesimo appello al rispetto rigoroso della normativa. “Tutti quelli che possono stiano a casa. Da parte nostra, come infermieri, continueremo a svolgere con passione, professionalità e altruismo il nostro lavoro. Mi piace ricordare – ha aggiunto Carbone – a testimonianza di questi valori, l’alto esempio di attaccamento alla professione e ai principi deontologici della professione che sta dando a noi tutti il collega Carmine Silvestri, 70 anni, ex caposala dell’ospedale infettivologico Cotugno di Napoli, in pensione già da cinque anni e che ora è chiamato a sovrintendere al personale infermieristico del Loreto Mare, trasformato in ospedale per il covid 19. A lui e ai colleghi che saranno impegnati nel difficile lavoro al Loreto Mare un grazie di cuore dall’intero corpo professionale che ho l’onore di rappresentare”.

Potrebbero interessarti anche...