Nomina di ‘Cavaliere d’Italia” per due infermiere napoletane

(pdm) “In considerazione di particolari benemerenze; su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri; sentito il Consiglio dell’Ordine Al merito della Repubblica Italiana. .” Recita così la motivazione in bella mostra sulla preziosa pergamena. È firmata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal Presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi. C’è di che andare fieri. Una motivazione che spiega le ragioni che hanno indotto gli autorevolissimi firmatari a conferire l’onorificenza di Cavaliere d’Italia a due eccellenze dell’infermieristica napoletana. Si tratta della dott.ssa Loredana Lapia, infermiere dirigente presso l’Ospedale Cotugno di Napoli e di Stefania Mautone, infermiera coordinatrice presso l’Ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli. “Sono onorata per questo riconoscimento”, dice visibilmente emozionata Loredana subito dopo aver ricevuto il prestigioso riconoscimento. “Ma – aggiunge con encomiabile umiltá – sento di condividerlo con i colleghi tutti, non solo quelli di reparto e dell’azienda. Ma con tutti quelli che hanno sofferto, pianto, si sono ammalati e sono morti per combattere la pandemia da Covid-19 che ancora ci devasta. Credo – aggiunge Loredana – che vada accolto come un riconoscimento alla professione, più che al singolo collega”. La cerimonia, molto sobria e contenuta nelle presenze, si è svolta ieri presso il Salone centrale della Prefettura di Napoli. “Alle due colleghe insignite, vanto di quest’ordine professionale, il plauso e il ringraziamento di tutto il corpo professionale”. Così la Presidente dell’Opi Napoli, Teresa Rea appena appresa la notizia.

 

Potrebbero interessarti anche...