Infermiere 118 aggredite in strada. Ferma condanna dell’Opi Napoli

“Non smetteremo mai di condannare, denunciare, stigmatizzare, ogni volta che un’infermiera, un nostro collega, è vittima di brutale, incivile, barbara aggressione. Anche questa volta l’Ordine degli infermieri di Napoli si farà sentire in prefettura e presso le forze dell’ordine per ottenere sempre maggiore protezione in strada e sui luoghi di lavoro”. Cosi in una nota, L’Ordine delle professioni infermieristiche di Napoli dopo l’incivile atto di violenza di ieri sera, in via Salvator Rosa a Napoli. Due infermiere ed un autista soccorritore in servizio presso la postazione 118 India Carlo III, sono stati aggrediti dai parenti di un paziente colpito da un’improvvisa perdita di coscienza in strada. Calci e pugni. Poi addirittura le due infermiere vengono strattonate per i capelli. Il motivo di tale inaudita violenza è attribuibile ad un ritardo inesistente nei soccorsi.
Nonostante gli attimi di paura e le percosse, le due professioniste hanno portato a termine l’intervento soccorrendo il paziente in codice rosso e trasportandolo all’ospedale Cardarelli.

Potrebbero interessarti anche...