Il percorso assistenziale in era Covid – Webinar 29 gennaio

L’ infezione da Coronavirus, al contrario di tanti altri tipi di malattie ha portato molti infermieri ad un tipo di assistenza mai incontrato finora.                                                             

L ‘assenza  iniziale di documentazione e di letteratura infermieristica non ha spaventato i professionisti infermieri che hanno subito elaborato piani di assistenza conformi alle linee guida e ai PDTA delle aziende sanitarie  e delle maggiori società scientifiche con              l’intento di aiutare gli infermieri ad assistere e per prendersi cura del paziente affetto da Covid-19 , valutandone non solo lo stato fisico ma  considerando e sostenendo anche e soprattutto l’ aspetto psicologico e sociale  del paziente infetto .

 Nella situazione emergenziale legata alla pandemia da COVID-19 gli operatori sanitari hanno svolto un ruolo chiave nel favorire il benessere degli utenti, ma sono spesso stati costretti ad affrontare grandi sacrifici, Questa situazione ha tuttavia messo gli infermieri particolarmente a rischio di sintomi di stress e sofferenza psicologica, nonché in talune situazioni, di conflitto etico e/o distress morale, soprattutto nella cura del paziente critico. allo stesso tempo dimostrato una grande resilienza nell’affrontare la situazione trovando spesso soluzioni innovative e brillanti per garantire la relazione tra paziente e famigliare, la miglior qualità delle cure, un fin di vita  dignitoso.                                                                                     

Nella storia della società scientifiche infermieristiche, spesso sono stati affrontati temi che hanno interessato la professione, dall’umanizzazione delle cure, alla competenza specialistica, alla sostenibilità del sistema sanitario; valutando anche la dimensione più importante della disciplina infermieristica, quella capacità di garantire un sistema di valori che alla base ha la salute come diritto, l’equità di accesso alle cure, la presa in carico della persona.

Oggi siamo chiamati a dar prova professionale della nostra coerenza e scientificità nel rispetto della dignità della persona malata.

Siamo stati chiamati eroi, in realtà abbiamo fatto il nostro dovere, inteso nel senso più alto del termine, noi consapevoli che stiamo facendo quanto necessario per affrontare al meglio possibile quanto avviene, aiutando anche e spesso i colleghi neo assegnati a funzioni che richiedono competenze che possono essere acquisite in breve

 

Per cui abbiamo scelto questa nuova modalità Webinar cercando di rimanere COMUNITÀ al di là del distanziamento e dell’isolamento determinato dalle condizioni esterne.

 Per la prima volta non potremmo stringerci le mani, condividere e discutere anche davanti ad una tazza di caffè, ma con questa nuova modalità del Webinar  le giornate formative ci permetteranno di   condividere, riflettere, soprattutto confrontarci.

Potrebbero interessarti anche...