Auguri di buone feste

Gen.mo/a collega,

l’avvicinarsi del Natale mi offre l’occasione per ringraziarti del tuo prezioso contributo in questo particolare e delicato momento che vede ancora una volta la nostra professione in prima linea per tutelare la salute di tutti i cittadini. Al di la delle banali strumentalizzazioni politiche che altro non fanno che disgregare una comunità professionale forte come la nostra, il mio sentito ringraziamento va a te che rappresenti tutti gli infermieri napoletani, campani ed italiani. Nell’anno dell’infermiere siamo riusciti ancora una volta a stupire e stupirci. Noi infermieri ancora una volta stiamo dimostrando grande professionalità, mettendoci tutti al servizio della comunità, tutelando ovunque e con ogni mezzo il diritto alle cure ed alla prevenzione di tutti i cittadini.

 

Il duro lavoro è stato accompagnato da un grande riconoscimento sociale ma, ahimè, anche da episodi stigmatizzanti la nostra professione. Uniti dobbiamo contrastare ciò e riaffermare la salute quale bene comune. Anche la nostra vita professionale è stata toccata nel profondo, difatti le elezioni previste per il rinnovo direttivo dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Napoli sono state rinviate. Un atto dovuto, richiestoci a gran voce da tutti i professionisti che, ancora una volta, sacrificano se stessi rinunciando ad un loro diritto per il bene della collettività. Sono certo che , quanto prima, riusciremo ad incontrarci di persona per poter discutere delle criticità emerse durante tale pandemia e delle soluzioni attuate ed attuabili in futuro. E spero vivamente che questi incontri avvengano nella “nostra nuova casa” , la nuova sede dell’OPI di Napoli, una sede di prestigio e di proprietà da me fortemente voluta. Questa ultima operazione ha destato i complimenti della Federazione Nazionale e degli altri Ordini, solo un solido bilancio ed una parsimoniosa politica degli anni precedenti ha potuto dare vita a questo importante traguardo. Gli infermieri del nostro ordine hanno ora una sede che li rappresenta degnamente, al suo interno tutti sono i benvenuti per dialogare, per usufruire dei corsi di formazione, per partecipare ai tavoli tecnici e tanto altro.

Colgo ora l’occasione per augurarti  buon natale e, un buon prosieguo di lavoro, nella speranza, anzi certezza, di vederci quanto prima.

 

Le cose più belle della vita non si trovano sotto l’albero, ma nelle persone che ti stanno vicino nei momenti speciali, e noi infermieri siamo vicini a noi stessi ed a tutti i cittadini.

Buon Natale, Ciro Carbone

Potrebbero interessarti anche...